Nutanix vs VMware: sistemi iperconvergenti a confronto

La storia: Nutanix e VMware

Per comprendere le differenze tra Nutanix e VMware, per prima cosa dobbiamo analizzare le origini di entrambe le organizzazioni. Fondata nel 1998, VMware ha il merito di aver commercializzato le tecnologie di virtualizzazione dell'elaborazione con il celebre vSphere, consentendo l'esecuzione simultanea di più applicazioni virtuali su un singolo host fisico. Questo ha aumentato l'utilizzo delle risorse IT, migliorando notevolmente le economie dell'infrastruttura di datacenter enterprise.

Nutanix ha successivamente aperto la strada al mercato dell'infrastruttura iperconvergente (HCI), modernizzando la progettazione IT e le operazioni grazie all'integrazione di servizi di storage enterprise tramite software distribuito ispirato alle architetture cloud web-scale. Il software Nutanix viene eseguito su un'ampia varietà di server disponibili sul mercato, fornendo tutti i tipi di applicazioni virtualizzate e basate su container ed eliminando i costi e la complessità degli array di storage SAN tradizionali.

Entrambe le aziende hanno sede in California e sono quotate in borsa. È interessante osservare che hanno iniziato come partner tecnologici: il software Nutanix forniva un'infrastruttura più semplice ed efficiente per eseguire applicazioni ospitate sulla virtualizzazione VMware. Il lancio di Nutanix da parte dei suoi fondatori è infatti avvenuto in occasione del VMWorld 2012, vincendo poi il premio VMWorld Best of Show nel 2012 e nel 2013.

Oggi, migliaia di team IT aziendali in tutto il mondo utilizzano i prodotti di entrambe le aziende, e le due società sono rivali in mercati importanti come quelli dell'infrastruttura iperconvergente (HCI), della virtualizzazione, dell'automazione IT, della gestione del cloud ibrido, dello storage software-defined di file, della microsegmentazione basata sulla rete e non solo.

In che modo Nutanix e VMware
rispondono ai bisogni dei loro clienti?

Per quanto le differenze a livello di architettura siano importanti da esplorare, anche il rapporto con i clienti di entrambe le aziende dev'essere analizzato. Per quanto riguarda il Net Promoter Score, una metrica che indica la fedeltà dei clienti e la loro propensione a riacquistare da un'azienda e a raccomandarla, entrambe le società ricevono punteggi da buoni a ottimi. Il punteggio di VMware, 45, si posiziona vicino alla media di 56 del settore, mentre il punteggio di Nutanix, 92, è notevolmente superiore sia alla media che a quello di altre organizzazioni del settore. 

Di seguito è riportata un'analisi dettagliata di come le due aziende stanno lavorando per soddisfare le esigenze IT dei loro clienti.

VMware:

Nei primi anni di esistenza, VMware si è concentrata sulla fornitura di prodotti di virtualizzazione innovativi che hanno migliorato radicalmente l'efficienza degli ambienti IT enterprise. Dato che molti team IT hanno costruito il proprio datacenter sulle tecnologie VMware, ora la priorità è aumentare la dipendenza dei clienti dalle tecnologie di virtualizzazione vSphere e favorire il lock-in a lungo termine con i prodotti VMware.

Un ottimo esempio di questo approccio è la soluzione software vSAN HCI. Anziché creare una soluzione HCI per supportare diversi hypervisor e consentire ai clienti di scegliere la migliore tecnologia di virtualizzazione per la propria azienda, gli ingegneri di VMware hanno integrato vSAN in profondità nel kernel dell'hypervisor ESXi. Di conseguenza i team IT sono sempre più dipendenti dalle tecnologie VMware, e non possono più spostare il loro ambiente su un hypervisor non-VMware per ridurre i costi di licenza.

Un altro esempio è l'approccio di VMware nell'aiutare i clienti a costruire ambienti cloud ibridi. VMware ha una partnership pubblica con Amazon Web Services (AWS), che consente ai clienti di eseguire il software VMware in un ambiente cloud AWS. Purtroppo, tuttavia, VMware ha scelto di offrire VMware Cloud (spesso chiamato “VMC”) solo come servizio gestito. Ciò impedisce ai team IT di utilizzare gli account e i crediti AWS esistenti per migliorare le economie complessive, e rende il cliente più dipendente dai servizi forniti da VMware.

true

Dall'altra parte c'è Nutanix, che offre maggiore flessibilità ai clienti. È risaputo che i prodotti Nutanix garantiscono ai clienti possibilità di scelta, con soluzioni che consentono ai team IT di selezionare le tecnologie giuste per ogni use case. Per esempio, il software HCI Nutanix supporta gli hypervisor più diffusi del settore – VMware ESXi, Microsoft Hyper-V, e KVM (tramite l'hypervisor AHV di Nutanix, che non necessita di licenza).

Circa la metà dei clienti Nutanix ora sceglie di eseguire ESXi sulla piattaforma Nutanix, e l'altra metà può ridurre i costi di licenza legati alla virtualizzazione utilizzando Nutanix AHV o Microsoft Windows Server Hyper-V.

Per supportare la crescente diffusione delle architetture di cloud ibrido, Nutanix garantisce la completa portabilità delle licenze tra private cloud on-premise e ambienti di cloud pubblico quali AWS. Ciò assicura ai professionisti IT la protezione degli investimenti, dato che gli investimenti nell'infrastruttura di private cloud possono essere facilmente trasferiti a un'iniziativa sul cloud pubblico.

Inoltre, dal momento che Nutanix ha modellato le sue soluzioni sulle più diffuse offerte cloud e SaaS, i prodotti Nutanix sono famosi per la semplicità lungo l'intero ciclo di vita e la facilità d'uso, dall'implementazione iniziale allo scaling in produzione fino alla risoluzione dei problemi.

Confronto delle soluzioni di VMware e Nutanix

Una delle principali differenze tra le soluzioni di Nutanix e quelle di VMware emerge confrontando i prodotti fianco a fianco. Consulta le tabelle qui sotto per un confronto fianco a fianco tra le soluzioni offerte in fatto di infrastruttura iperconvergente e cloud ibrido

HCI
Nutanix
VMware
Hypervisor supportati VMware ESXi, Nutanix AHV, Microsoft Hyper-V
Solo VMware ESXi
Necessità di licenze aggiuntive per l'hypervisor Virtualizzazione AHV inclusa gratuitamente Le licenze di virtualizzazione vengono vendute separatamente 
Concezione dell'architettura Architettura web-scale moderna Tecnologie SAN legacy riadattate e integrate nel software
Servizi di file storage nativi Sì, con Nutanix Files Sì, con File Services
Servizi di object storage nativi Sì, con Nutanix Objects Nessun supporto nativo. Sono necessari prodotti di terze parti
Database-as-a-Service integrato Sì, con Nutanix Era
Nessun supporto
Machine learning integrato No
Bassa latenza delle prestazioni delle applicazioni grazie alla data locality Non possibile per via dell'architettura
Cloud ibrido
Nutanix
VMware
Modello di delivery Gestito dal cliente per garantire la massima flessibilità Disponibile solo come servizio gestito da VMware
Cloud pubblici supportati AWS e Azure (supporto annunciato) AWS, Azure e Google Cloud
Integrazione con i cloud pubblici Integrazione nativa
Richiede gateway proprietari per l'integrazione di rete
Portabilità delle licenze tra cloud pubblici e private cloud Completamente supportata Supporto molto limitato
Ibernazione delle VM per ridurre i costi Supportata
Non disponibile

Risorse correlate

Alt

La guida definitiva all'infrastruttura iperconvergente

Alt

Creare un business case per l'HCI

Alt

Le risposte alle 20 domande più comuni sull'HCI

Alt

10 segnali che indicano la necessità di aggiornare l'infrastruttura IT

Alt

AHV: guida alle best practice

Nota tecnica su Nutanix AHV

Confronta Nutanix e VMware

Iniziamo!

Programma una demo personalizzata con un consulente e scopri come Nutanix Enterprise Cloud può trasformare la tua azienda.